Regole del gioco

Regole del gioco

Bersaglio o bull
E’ costruito in legno e fibra di Sisal africana, diviso in settori numerati e separati tra loro da sottili strisce metalliche. Il bersaglio viene sempre appeso in modo che il settore 20 sia posto verticalmente sopra al centro del bull.

Il bersaglio ufficiale ha un diametro di 45 cm, ed è suddiviso in 20 settori da una griglia metallica. I numeri sul bordo (da 1 a 20) indicano il valore dei rispettivi settori, l’anello esterno (rosso e verde) raddoppia i punti del settore, l’anello interno (rosso e verde) triplica i punti del settore. Il centro del bersaglio vale 50 punti e l’anello intorno al centro (bull verde) 25 punti. Gli altri settori (nero e bianco) hanno il punteggio del rispettivo settore. Il punteggio più alto nel bersaglio è il “triplo venti”. Il bersaglio viene appeso a una parete; al suo fianco viene messo un segnapunti. La linea di piede alla distanza di 2,37 m dal bull, è indicata da una pedana a misura o da una linea tracciata sul pavimento.

L’attrezzatura per giocare correttamente a freccette è semplice e relativamente economica. Un buon bersaglio in crine professionale costa tra i 25,00 € e 50,00 €, ed un set di freccette va dai 15,00 € in su. Ve ne sono anche di più economiche, in ottone, ma i giocatori usano oggi freccette che hanno il corpo in tungsteno ricoperto di carbonio, materiale che non le rende scivolose nemmeno con le mani sudate.

501

Il gioco tipico “501” (denominato “flying start/double out”) non prevede settori predeterminati per l’inizio della partita e non prevede un numero massimo di lanci, ma necessariamente termina sempre con una freccetta nell'”anello del doppio”, o con un centro nel “bull’s eye”: non è possibile vincere se non centrando un “doppio” con l’ultima freccetta lanciata. Non è obbligatorio lanciare tutte e tre le freccette a disposizione: nel caso si riuscisse a colpire il “doppio” necessario con la prima o la seconda, il gioco viene immediatamente considerato vinto. Alcuni tornei prevedono che il gioco abbia anche inizio con una freccetta nell'”anello del doppio”, questa modalità è denominata “double in/double out” e solitamente prevede partite con punteggio iniziale di 301.

I punti realizzati dal giocatore vengono sottratti al suo punteggio iniziale. Se nell’ultimo tiro un giocatore realizza un numero di punti maggiore di quelli necessari per chiudere a zero la partita, oppure se li realizza senza chiudere con un “doppio”, si applica la regola del “sovrapunteggio”, e il tiro viene considerato pari a zero. La regola del sovrapunteggio si applica anche nel caso il giocatore dovesse rimanere ad un punteggio pari ad 1, non sarebbe infatti possibile colpire alcun settore “doppio” per “chiudere” la partita. Il “doppio” più basso è infatti quello del settore “1” che porta 2 punti se centrato.

Ogni partita viene considerata un leg ed ogni incontro prevede un certo numero di leg, da 3 fino a 9 per gli incontri dei tornei più importanti. Alcuni tornei prevedono che gli incontri siano formati da diversi set, ognuno dei quali composto da leg. Per la vittoria possono servire, ad esempio, 5 set vinti (su 9) al meglio dei 3 leg ciascuno.

Esistono comunque varianti del 501, come il 301 o più raramente il 701.

Altri giochi con le freccette sono il cricket, Round the clock, Killer, Dimezza, Chiusura e molti altri.

Per approfondimenti sul regolamento WDF e FIGF Italia: http://www.figf-italia.it/uploads/files_pubblici/RegolediGiocoFIGF2014.pdf