COPPA DELLE REGIONI 2018: LAZIO STRAORDINARIO!

Dal Blog

COPPA DELLE REGIONI 2018: LAZIO STRAORDINARIO!

CdR2018

Foto di Enrico Barone

Weekend magico per le freccette laziali. La spedizione di FIGF Lazio alla Coppa delle Regioni conquista infatti un risultato storico per il movimento regionale, il terzo posto assoluto nella competizione. Mai il Lazio era riuscito ad ottenere un risultato di questa portata nella competizione nazionale organizzata dalla FIGF, ed il merito è tutto dei ragazzi e delle ragazze scesi in pedana a Busto Arsizio, nonché dei loro compagni di avventura nel nostro sport che hanno consentito al nostro team di raggiungere questo livello di gioco attraverso la crescita complessiva della regione.

L’eccezionale apporto dei giocatori impegnati in pedana, e di chi li ha accompagnati pronto a subentrare, ha prodotto quattro risultati di assoluto rilievo nei sei tornei organizzati per l’assegnazione della coppa. Menzione particolare per i risultati dei due team (specchio dell’armonia di un gruppo che raggiunge i risultati migliori nelle gare a squadre rispetto agli individuali, a conferma dell’unione di intenti mostrata dai convocati): il team femminile ottiene due vittorie di prestigio nel girone eliminatorio contro Veneto e Lombardia, qualificandosi al secondo posto dietro l’Emilia Romagna e ottenendo il pass per la semifinale, purtroppo persa contro l’Umbria; il team maschile va ancora meglio, vincendo il girone contro Toscana e Liguria ed estromettendo prima il Friuli nei quarti e poi, in un upset che ha dell’incredibile, le fortissime Marche in semifinale. Purtroppo, la finale col Piemonte ci condanna al secondo posto, ma il risultato è comunque prestigioso.

Mentre la gara individuale femminile e quella di doppio maschile non ci regala grandi gioie, sono le gare complementari a queste che mostrano nuovamente la forza del Lazio: nell’individuale maschile, Ronell Estoy, nonostante un tabellone tutt’altro che agevole (Jojo Tamares, Bucci e Plado eliminati tra preliminari e quarti di finale), raggiunge un’incredibile semifinale fermandosi soltanto di fronte a Marco Apollonio. Nel doppio femminile, cavalcata incredibile per la coppia formata da Sara Guastella e Nicoletta Moscone, che raggiunge una finale meritatissima, purtroppo persa contro la coppia Osti-Vernocchi, dopo aver eliminato le coppie Florio-Venturini, Ciofi-Brumetz (vittoria di grandissimo livello e prestigio, considerando il palmares delle due giocatrici friulane) e Bottazzo-Zatti.

Quattro risultati eccellenti, che confermano la crescita della regione, degnamente rappresentata da un gruppo incredibile, che ha saputo affrontare a viso aperto compagini più esperte e più abituate a questi livelli di gioco. Il Lazio mette quindi in mostra una volta ancora i progressi intuiti nelle competizioni dell’ultimo triennio, mandando un segnale forte di compattezza e voglia di emergere, in attesa di riuscire prima o poi a raggiungere quel titolo che darebbe ancora più valore al percorso intrapreso e spinta alla regione stessa. L’iniezione di fiducia che il nostro team regionale ha dato all’intero movimento dovrà essere impiegato come leva per continuare a lavorare in pedana, consci che il gap da colmare con le altre regioni sia ancora importante, benché meno evidente rispetto a tre anni fa.

Intanto, la classifica maschile del torneo vede i nostri ragazzi al secondo posto, quella femminile pone le nostre ragazze al terzo, e la classifica assoluta ci vede finalmente sul podio, una terza piazza che inorgoglisce tutti noi. Il comitato FIGF Lazio ringrazia pubblicamente il capitano degli uomini Sergio Martini e il capitano delle donne Sara Guastella, insieme alla loro squadra composta da Fernando Cruciani, Nicoletta Moscone, Carlo Pascotto, Letizia Berardi, Ronell Estoy, Loriana Fabi e Rossella Cristiano per l’impresa compiuta e per il lustro dato al movimento freccettistico laziale con questo weekend strepitoso.

#ForzaFIGFLazio